Gli 8 artbook di videogame e giochi di carte da non perdere

Questi libri consentono di ripercorrere il percorso creativo dei designer e degli sviluppatori, dai primi schizzi ai prodotti finali

 

Gli artbook sono quei libri che mettono in mostra il progetto creativo e artistico che ha portato alla realizzazione di un prodotto finale, che si tratti ad esempio di un videogame o di un gioco di carte.

Attraverso le pagine si ripercorre il viaggio che porta dai primi schizzi grezzi fino alle concept art definitive, avendo la preziosa opportunità di gettare uno sguardo dietro le quinte del lavoro dei professionisti di quest’industria.

Per gli aspiranti concept artist, che vogliono studiare i mostri sacri del settore e imparare dal loro lavoro, si tratta dunque di opere imperdibili, ma anche per gli sviluppatori indipendenti o per i semplici appassionati può essere molto interessante scoprire approfonditamente il lato artistico del design di un gioco.

Abbiamo dunque raccolto per voi una lista degli artbook più conosciuti.

The Art of Dragon Age: Inquisition

Dragon Age è un videogame che mescola sapientemente elementi dei giochi di ruolo, di avventura e soprattutto influenze fantasy.

Questa serie, infatti, è popolata di personaggi, armi, creature e ambienti che potete ritrovare tutti (accuratamente etichettati e divisi in categorie, in modo da poter essere identificati con facilità) nell’artbook The Art of Dragon Age: Inquisition. In 184 pagine, in forma compatta, vengono raccolte tutte le opere d’arte prodotte per il gioco

The Art of God of War

 

Illustrato da Jose Cabrera ed edito da Dark Horse Books, The Art of God of War (224 pagine) dà l’opportunità a tutti gli appassionati di approfondirel’universo in cui è ambientato il nuovo capitolo della saga, il mondo di Midgard.

Sony spiega che “con questo artbook vogliamo che i lettori possano assistere alla creazione della nuova avventura epica di Kratos.

Un racconto intimo della lunga odissea che ha portato alla vita il mondo brutale e meraviglioso di Kratos e Atreus”.

The Art of Assassin’s Creed Origins

Dopo averli portati alle soglie del mondo moderno in Syndicate, ora Assassin’s Creed riporta i suoi giocatori in un’avventura attraverso la storia.

Un passato che The Art of Assassin’s Creed Origins ricrea con accuratezza storica ma allo stesso tempo con lo stile e l’identità visiva inconfondibile della serie.

Centinaia di concept art, compresi schizzi, disegni finali e render 3D, ci portano per mano nell’antico mondo di meraviglie (da Menfi ad Alessandria alla Grande Piramide di Giza) ricostruito dagli artisti e dagli sviluppatori di Ubisoft. I quali, oltretutto, intervengono in prima persona nel libro, con i propri commenti, per svelare i retroscena dei processi di design del gioco.

The Art of Dishonored 2

Anche Dishonored 2, il sequel di uno dei videogame più riusciti del decennio dal punto di vista visivo, ha ricevuto l’onore di un suo artbook.

All’interno del volume si trovano tutte le concept art dei personaggi, delle armi e degli ambienti (dagli schizzi iniziali ai dipinti fino ai digital painting definitivi), realizzate da illustratori del calibro di Aime Jalon, Piotr Jablonski, Laurent Gapaillard e Sergey Kolesov.

La chicca è rappresentata dal fan art contest #drawDishonored, che ha dato l’opportunità ai fan della serie di veder pubblicate le loro migliori illustrazioni.

The Art of Destiny

Pur essendo riservato in particolare alle collezioni degli appassionati più irriducibili dello sparatutto, non si può assolutamente negare che The Art of Destiny sia una perla di design. Per mettere in mostra tutte le sfumature del videogame (un ben riuscito esperimento che mescola fantasy e fantascienza) il volume espone in 176 pagine centinaia di schizzi, illustrazioni di personaggi, concept art, ambientazioni e molto altro.

Gwent: Art of the Witcher Card Game

Non ci sono solo artbook dedicati ai videogame, ma anche ai giochi di carte.

Nel 2017, edito da Dark Horse Comics, è arrivato quello incentrato su Gwent The Witcher Card Game.

All’interno si trovano centinaia di illustrazioni delle carte, a cui hanno lavorato artisti di calibro internazionale, che hanno guidato lo sviluppo dei grafici di Cd Projekt Red.

L’uscita del libro è stata accompagnata anche da quella di un busto di Geralt della grandezza di circa 22 centimetri.

The Art of Magic: The Gathering

Poteva forse mancare il primo gioco di carte collezionabili (nonché il più venduto) del mondo? Certo che no: e, in effetti, a Magic: The Gathering è dedicato un intero ciclo di artbook, tutti racchiusi dal titolo The Art of Magic: The GatheringI volumi sono rispettivamente incentrati (in ordine cronologico) su The Rath Cycle, Zendikar, Innistrad, Kaladesh, Amonkhet, Ixalan, Dominaria e Ravnica.

Dalla pubblicazione del primo, che risale addirittura al 1998, si è dovuto attendere otto anni perché iniziassero ad uscire gli altri, l’ultimo dei quali (quello che esplora la vasta e potente città di Ravnica) è ancora in corso di lavorazione e sarà dato alle stampe solo nel gennaio 2019.

The Art of Overwatch

Passando al settore dei giochi online, vale la pena di menzionare The Art of Overwatch, la racconta delle opere grafiche realizzate per il celebre titolo di Blizzard.

Oltre ad alcuni artwork esclusivi e al commento dello sviluppatore, anche in questo libro si può osservare nel dettaglio tutte le fasi del processo creativo e realizzativo di OverwatchDell’artbook sono disponibili due edizioni, una delle quali limitata: racchiusa in un box a chiusura magnetica (che ha sulla copertina Tracer, l’eroe più popolare) e conterrà altre tre stampe scelte direttamente dal team.

Potrebbero interessarti anche