Cédric Peyravernay è un character designer che ha prestato il suo talento per numerose società di giochi per computer. Nato nella Loira circa quaranta anni fa, Cèdric acquista la passione per il disegno fin dalla giovane età, lui stesso infatti afferma che il disegno, già prima dell’età scolare, era qualcosa di vitale.

Racconta infatti che mentre i suoi amici si tenevano occupati a giocare a calcio, lui investiva le sue giornate a inventare e sperimentare personaggi. Al compimento della maggiore età Cèdric si iscrive alla Emile Cohl School of Art di Lione, dove dopo quattro anni di studio si laurea in illustrazione.

Finiti gli anni della formazione viene quasi subito assunto nel settore dei videogame, dove impara fin da subito cosa significa lavorare nel mondo dell’intrattenimento, mettendo alla prova sé stesso per diventare un vero professionista del settore, imparare giorno dopo giorno a rispettare i tempi del cliente e a mettersi in relazione ai suoi colleghi.

Insomma, una grande esperienza di vita. Da qui però nasce l’esigenza di vedere il lavoro da un’altra angolazione, decidendo così di lasciare l’impiego e iniziare a lavorare da freelance. I suoi strumenti fondamentali sono l’istinto, il suo cervello e le sue mani, Photoshop gli permette di trasporre su uno schermo ciò che la sua testa crea.

Prima di passare al digitale Cèdric ha studiato molto la pittura classica, grazie alla quale ha imparato a sviluppare una maggiore sensibilità e lo ha aiutato nell’approccio agli strumenti digitali.

Tra i suoi lavori citiamo Dishonored, Dishonored 2 e Dark Messiah con Arkane Studios, Horlemonde T1 e una serie tv intitolata Section Zero, prodotta da Luc Besson, con la EuropaCorp. Lo stile pittorico di questo digital artist d’oltralpe è sensazionale, i suoi lavori si realizzano per raccontare storie con significati profondi ma sbalorditivi.

Buona visione!

Cedric Peyravernay

ARTSTATION