1. Qual è stato il tuo approccio con l’arte digitale?

Ho avuto a che fare con l’arte digitale, per la prima volta, quando frequentavo il liceo. Amavo i VFX. Poi ho studiato comunicazione, ero completamente immerso nella 3D art. All’università ho frequentato corsi di Photoshop e mi sono appassionato di ritocco fotografico. Infine sono passato all’ illustrazione, che è diventata il mio lavoro. E la cosa interessante è che tutto ciò che avevo imparato prima mi ha aiutato molto. Per esempio nel 3D ci sono rendering passes, e sono gli stessi rendering passes che applico ai miei lavori (prima la luce ambientale, quindi la luce diretta, i riflessi, ecc).

2.  Qual è stato il tuo percorso di formazione?

Diciamo che molto di quello che so oggi l’ho imparato sul web. Esistono un’infinità di video tutorial su cui studiare. Certo, alcuni sono più professionali e altri meno, basta saper scegliere. In particolare io apprezzo molto quelli di Denis Zilber, per me i migliori in assoluto. Inoltre cerco di confrontarmi con Oscar Ramos, un illustratore freelance cileno che, a mio parere, possiede una tra le migliori tecniche di pittura.

Sergio Edwards

WEBSITE

3. Qual è il segreto per realizzare una illustrazione efficace?

Io credo che per realizzare un buon lavoro sia necessario usare, oltre alla creatività, anche la razionalità. Voglio dire, nessun elemento dell’immagine dovrebbe trovarsi in quel punto solo perché è esteticamente bello, ma deve essere pensato. Un esempio è l’utilizzo dei colori. Ovviamente quando si realizza un’immagine lo si fa per comunicare qualcosa ai nostri spettatori, quindi magari utilizzerò il colore giallo se voglio trasmettere felicità o il colore blu se voglio trasmettere tristezza.

4. Quali sono i tuoi obiettivi attuali?

Il mio obiettivo primario è quello di riuscire a dimostrare a me stesso di essere in grado di realizzare ottimi progetti anche molto diversi gli uni dagli altri. Vorrei che le persone mi riconoscessero come un illustratore in grado di realizzare differenti tipi di personaggi e comunicare diversi stati d’animo.

5. Quali artisti hanno influenzato la tua arte nel corso degli anni?

Gli artisti che mi hanno davvero stupito con i loro lavori sono principalmente Denis Zilber e Andrey Gordeev, soprattutto ho preso spunto dalle forme e dai colori che utilizzano. Ho imparato molto da loro. Per me, il loro lavoro è semplicemente perfetto!

6. Qual è il lato della tua professione che più ti piace?

Sicuramente ciò che mi piace di più del mio lavoro è fare ciò che veramente mi piace . Ho sempre disegnato ed ora devo solo continuare a farlo. L’arte è astrazione, e soprattutto può sempre migliorare ed essere diversa. La bellezza di tutto ciò è esattamente questo, che non c’è un limite a quello che si può fare e a quanto si può crescere professionalmente.

7. In Cile il 3D ha abbastanza spazio nella comunicazione visiva?

In realtà non saprei dare una risposta precisa, ma credo che in questi ultimi anni si stia muovendo qualcosa. Ad esempio molti fotografi stanno lavorando con alcuni dei migliori photo-editor e modellatori 3D, e credo che questo nuovo tipo di collaborazione sia fantastica. Anche nel settore pubblicitario, in questi ultimi anni, ho avuto il piacere di vedere ottimi lavori 3D realizzati in Cile.

8. Qual è il lavoro di cui vai più orgoglioso e perché?

Sono molto orgoglioso di “Café Caribe” e “Little Toms big world”. Questi progetti non sono stati realizzati per nessun cliente e da questi non ho ricavato alcun compenso. L’ho fatto solo per me stesso. A quel tempo lavoravo come art director per un’agenzia, volevo essere un illustratore a tempo pieno, ed ho creato questi due progetti per capire se il mio stile era apprezzato. Alla fine mi hanno dato nuove possibilità per altri progetti.

9. Quali sono i software con cui ami lavorare di più?

Photoshop! Sono completamente  devoto a questo software. In compenso odio Adobe Illustrator, non riuscirò mai a comprenderlo completamente. Invece lavorare su Photoshop è una passeggiata. A mio parere è il miglio software in assoluto.

10. Sei giovanissimo, che consiglio vuoi dare a chi vorrebbe realizzare il tuo stesso sogno?

Mi sento di dire che per fare bene il proprio lavoro è fondamentale essere motivati e, ovviamente, il desiderio e la volontà di fare qualcosa di bello. Ma non è sufficiente farlo tanto per, il mio consiglio è di concentrare le proprie energie per cercare di realizzare qualcosa di grande!