L’artista di oggi si chiama Ivan Nikodimovich ed è un creative retoucher.

Dopo essersi diplomato al Licieo Scientifico, decide di seguire quella spinta artistica che fin da bambino lo accompagnava.

Si iscrive quindi all’Accademia delle Belle Arti di Torino, frequentando il corso di scenografia cinematografica.

In quegli anni decide di “appendere al chiodo” la sua chitarra elettrica, salutando i due gruppi musicali in cui suonava, in modo da dedicare tutto il suo tempo ad ogni progetto artistico su cui riusciva a metter mano.

Inizia a militare sui set cinematografici di produzioni più o meno grandi e ricomprendo differenti ruoli. In quel periodo si avvicina al mondo della fotografia.

Pur avendo frequentato un corso di fotografia in Accademia, si considera un autodidatta. Cercava di assorbire più conoscenze possibili da tutte le persone che gli ruotavano attorno durante il lavoro sui set.

La porta verso il B-side della fotografia, il passaggio dallo scattare foto alla loro postproduzione, si è aperta quando inizia a lavorare con un amico fotografo. É stato un necessario, piacevole ed utile, equilibrio: il fotografo scattava, Ivan ritoccava.

Amareggiato dall’ambiente che ritrovava sui set, si avvicina ancora più al mondo della fotografia e decide di frequentare un corso di motion graphics.

Questo è stato il punto di congiunzione tra l’ambiente video, che già conosceva bene, e quello della postoroduzione fotografica, a cui si stava affacciando.

Da freelance ha conosciuto lo studio fotografico Studio Blu 2.0. Uno studio fotografico di stile life nato nei radianti anni ’80 dell’advertising, avviato dal fotografo Giulio Buono e fiorito ai giorni nostri sfruttando il talento del fotografo Giorgio Cravero.

Inizia quindi a collaborare con lo studio in maniera continuativa fino a diventare parte del team, occupandosi della postproduzione.

Stil-life, products photography, food&drink photography, ADV commercial sono i principali campi di cui lavora.

Ivan Nikodimovich

WEBSITE