Jakub Rozalski è un digital painter, illustratore e concept artist di origini polacche nato e cresciuto in un piccolo villaggio circondato da laghi, boschi e paesaggi rurali.

Lo specifichiamo in quanto questi elementi sono fondamentali per la scelta stilistica di questo bravissimo artista che ama creare atmosfere sempre uniche attraverso lo storytelling, volendo rappresentare quelle che sono le situazioni quotidiane ma collocandole in ambienti insoliti.

Jakub infatti, attraverso i suoi progetti, cerca di combinare mitologia e storia, fantasia e reale, restituendo scenari fantastici ma che raccontano qualcosa di realmente vissuto dalla gente comune.

Nato come artista classico (per intenderci, usando tavolozza e pennelli) Jakub intraprende l’arte digitale successivamente, mescolando quindi ispirazione “tradizionale” e tecniche “moderne” fino a realizzare una combinazione di stili pittorici classici e design moderni per costruire concetti davvero interessanti.

Un esempio lampante è rappresentato da uno dei suoi progetti più importanti, “1920+”, in cui l’artista ha voluto raccontare un evento storico importantissimo, la battaglia di Varsavia e la guerra sovietico-polacca, coadiuvando realtà e fantascienza come nel suo stile.

Amante dei colori sobri e discreti, costruisce spesso immagini statiche. Le sue immagini ritraggono ambienti primitivi e creature selvagge, accompagnati da elementi moderni e fantascientifici come ad esempio macchine da guerra o robot giganteschi (spesso ispirati dalle macchine da guerra degli inizi del XX secolo).

Ispirato da artisti del calibro di Zdzisław Beksiński, Dan Seagrave, Isaak Il’ič Levitan e Józef Chelmonski, Jakub è certamente uno dei concept artist più caratteristici attualmente in circolazione.

Enjoy!

Jakub Rozalski

ARTSTATION