Creato da un grande team di talento composto da tre artisti del College of Art e Design di Ringling, USA questa piccola opera d’arte racchiude il senso della storia dell’arte nel corso della sua evoluzione, regalando una breve riflessione sui conflitti a cui è stata sottoposta nel corso dei secoli.

È infatti una storia basata sulla nudità, sulla religione e sulla censura…argomenti chiave che hanno accompagnato l’arte per migliaia di anni.

Gli artisti Anna Hinds Paddock, Isabela Littger de Pinho e Kriti Kaur hanno voluto rappresentarci questo tema attraverso un approccio umoristico.

Quando il Museo chiude, una guardia di sicurezza si ritrova a “combattere” contro la censura, rappresentata qui da una simpatica suora, e il resto è tutto da scoprire… Il tempo di realizzazione del progetto è stato di circa tre mesi.

La sceneggiatura, l’animazione e la colonna sonora sembrano ispirarsi ai cartoni animati 2D.

Particolare attenzione è stata dedicata alle espressioni e alle pose dei personaggi, in modo da riuscire a trasmettere al meglio la contrapposizione conflitto-comicità.

Software utilizzati: Photoshop per tutta la pre-produzione, Maya per l’animazione e il rigging, Zbrush per la modellazione, RenderMan RIS per l’illuminazione e il rendering, Nuke per la post elaborazione e Premiere per l’editing.

None of that