Piotr Jabłoński, in arte Nicponim, è un concept artist/illustrator cresciuto in Polonia acquisendo ormai una fama a livello internazionale. I suoi clienti provengono da tutte le parti del mondo: Grecia, USA, Inghilterra e Giappone.

Pur essendo consapevole da sempre di volersi dedicare al mondo dell’arte, per motivi diremmo noi logistici, frequenta l’Università di Białystok dove studia architettura e urbanistica. Ma la sua relazione con l’arte comincia molto prima. All’età di 14 anni si appassiona ai graffiti, quelle particolari immagini frutto della creatività di artisti che andavano a dipingere parti del tessuto urbano.

Non avendo grosse disponibilità per dedicarsi completamente a quest’attività realizza i suoi disegni su carta, immaginando come sarebbero stati dipinti su un muro. Su consiglio di un amico, pochi anni dopo, viene a conoscenza della tavoletta grafica e di ciò che con essa si poteva creare e ne rimane completamente rapito.  L’ispirazione per i suoi progetti nasce accidentalmente, dall’osservazione delle cose che gli stanno attorno, dai gesti quotidiani o anche dalle opere realizzate da altri artisti.

Tra gli artisti da cui trae ispirazione ci sono personalità come Craig Mullins, Jaime Jones, Ashley Wood, Tom Lovell, Sergey Kolesov e tanti altri. Piotr ama lavorare su progetti che hanno la capacità di divertirlo e stimolarlo nella sua creatività. Il suo obiettivo è quello di creare qualcosa in modo fresco, nuovo e unico, superare alcuni limiti e rompere gli schemi, pur rimanendo fedele a quello che è il suo tratto caratteristico.

Piotr è un artista che ha ben delineato il suo stile e vuole renderlo sempre più riconoscibile, in modo tale da consentire alle persone di distinguere il suo lavoro da quello di qualsiasi altro artista. I suoi soggetti, spesso real-fantasy, sono rappresentati in toni scuri, in atmosfere nebulose dai toni grigi e luci fluorescenti, quasi come fossero sospesi tra sogno e realtà. Meticoloso soprattutto nelle fasi che riguardano la composizione, il colore e l’illuminazione dell’immagine.

Grazie alla sua immensa creatività e al suo tratto stilistico distintivo questo artista non ha bisogno di nient’altro se non di una tavoletta grafica e il suo software preferito, Photoshop.

Piotr Jabłoński

WEBSITE

Leggi articolo precedente:
“Dream” di Zombie Studio

Un emozionante e commovente cortometraggio animato realizzato da Zombie Studio per il Wildlife Conservation Film Festival, un festival cinematografico unico...

Chiudi