Maya vs Cinema 4D: come orientarsi nella scelta del software “giusto”

Le caratteristiche di due software del 3D più utilizzati nella computer grafica

 

Soprattutto chi si appresta ad entrare nel mondo del 3D viene sempre colto da un dubbio: quale sarà il software migliore da utilizzare per le proprie creazioni? Perché, per fortuna diremmo noi, di programmi per la computer grafica ce ne sono diversi. In questo articolo vogliamo concentrarci su due software in particolare, Autodesk Maya e Cinema 4D. Vediamo di capire le loro caratteristiche, quali sono gli ambiti in cui vengono utilizzati maggiormente e quelli che sono gli elementi che li rendono speciali rispetto agli altri.

Maya

E’ da considerarsi un software completo in grado di gestire più settori della grafica 3D, ma ha certamente una marcia in più per quanto riguarda la creazione di personaggi e le loro animazioni. Maya è forse il software più utilizzato dalle case cinematografiche che producono film ed effetti in 3D. Giusto per rendere l’idea è stato utilizzato per la realizzazione di film come Avatar, Il Signore degli Anelli e Transformers. Essendo la character animation la categoria in cui domina, Maya è utilizzato anche per lo sviluppo di modelli per videgames (Halo e Callof Duti tra gli altri). Ma cosa lo rende così speciale? Sicuramente il suo linguaggio di scrittura, il Mel (Maya Embedded Language) in grado di espandere le funzionalità del programma grazie all’implementazione di plugin esterni, e la personalizzazione dei pulsanti, dei menu e delle procedure disponibili.

00
00

L’interfaccia grafica è totalmente adattabile alle direttive del creativo che lo adopera allo scopo di massimizzarne l’utilizzo, ma forse per un principiante potrebbe risultare un po’ complicato. L’usabilità è più complessa rispetto ad altri software, ma non necessariamente questo è un punto a suo sfavore.  Essendo infatti utilizzato nelle grandi produzioni, se sei in grado di usare Maya allora probabilmente troverai qualche porta aperta in più nel mondo del lavoro.Attraverso l’interfaccia si accede a tutti gli strumenti che consentono di creare, animare e renderizzare personaggi, oggetti e scene in 3D. Inoltre è ottimo anche in quei campi che non riguardano direttamente l’animazione o gli effetti speciali, come ad esempio la modellazione, l’illuminazione di ambienti e la creazione di materiali per oggetti.

E come non parlare di MASH? MASH è un tool adesso integrato (precedentemente era disponibile come plugin esterno) che rende molto più rapido il processo di creazione degli effetti visivi. Maya, nella versione 2017 mette a disposizione Arnold come motore di rendering integrato, ma se si volessero estenderne le funzionalità si possono utilizzare motori compatibili come Vray, MentalRay e RenderMan (Pixar). Ma una delle migliori caratteristiche di cui Maya dispone è la possibilità di creare tool di interoperabilità tra diversi software. Per concludere, il programma è compatibile con Windows, Apple Mac OS X e Linux. Sul sito web della casa produttrice ”autodesk.com” e su molti altri (ad esempio Pluralsight.com, Lynda.com o youtube) è possibile trovare tutorial di formazione per imparare e specializzarsi sull’utilizzo del software. Inoltre ci sono prove gratuite disponibili  e agevolazioni per gli studenti che hanno la possibilità di scaricare gratuitamente una licenza triennale. Per le sue caratteristiche Maya si è quindi affermato come uno dei principali software nel campo dell’animazione 3D ed è forse il programma più usato dagli studi di computer grafica di tutto il mondo.

00

Cinema 4D

E’ un software per la modellazione 3D, il rendering e l’animazione che ha acquisito notevole popolarità soprattutto negli ultimi anni. Il suo utilizzo trova ampio spazio all’interno del settore televisivo e pubblicitario grazie alle sue specifiche funzioni per la motion graphic.  Il programma è molto apprezzato in quanto permette la produzione di contenuti in un rapporto qualità/semplicità d’uso molto equilibrato. Molti consigliano Cinema 4D anche a chi ancora non è un professionista ma lo vuole diventare, la sua usabilità è invidiabile rispetto agli altri programmi in circolazione. E’ certamente il programma che offre la migliore interfaccia grafica, composta da pochi pulsanti,  ma all’interno di tab e menù si trovano tutti gli strumenti necessari per la realizzazione dei propri lavori.

00
00

Uno dei cavalli di battaglia di questo software è Mograph, un potente set di strumenti grazie al quale si possono realizzare motion graphic davvero interessanti; le sue funzionalità consentono ad esempio la clonazione degli oggetti, l’aggiunta di effetti e la creazione di movimento in modo più facile e veloce. Gode di un indiscusso successo tra i creatori di motion graphic anche perché possiede CINEWARE all’interno del programma, che permette di integrare le scene in 3D da Cinema 4D  direttamente in After Effects. Inoltre, tutte le modifiche effettuate sulle scene in 3D verranno automaticamente aggiornate all’interno del programma della Adobe. Il sistema di Cinema 4D dà anche la possibilità di gestire e salvare più versioni di una scena in un unico file.

Il motore di rendering integrato funziona bene, anche se diversi artisti, per ottenere risultati altamente fotorealistici, preferiscono affidarsi a motori di rendering esterni compatibili come Maxwell Render o Vrayforc4d. Anche se le grandi produzioni cinematografiche prediligono generalmente altri software, Cinema 4D ha dato il suo contributo alla realizzazione di pellicole d’avanguardia come Spiderman 3, il film d’animazione Piovono Polpette e I Peggiori, grazie anche all’utilizzo del modulo opzionale Bodypaint 3D per la realizzazione di effetti speciali. Cinema 4D  è supportato da Windows e Apple OS X. Anche in questo caso sono disponibili prove gratuite sul sito della casa produttrice “maxon.net”, oltre a numerosi tutorial reperibili anche su youtube, Pluralsight.com o Creativebloq.com.

00

Conclusioni

Abbiamo visto in questo articolo le peculiarità di due dei software più utilizzati nel mondo della grafica 3D e ci siamo resi conto che entrambi hanno caratteristiche di eccellenza che non li rendono migliori o peggiori, ma semplicemente diversi. Per questo la scelta deve essere indirizzata in base alla direzione che ogni creativo vuole dare al proprio lavoro. Il software per un artista è come un vestito, dev’essere comodo e confortevole per agevolare il processo creativo che si appresta a compiere. Quindi valutate bene quali sono le vostre esigenze e su queste considerazioni fate la scelta a voi più opportuna.